Pagine

sabato 24 agosto 2013

Una voce tra le stoffe

In Via Cavour (oramai spoglia di auto per il sollucchero di chi so io) al numero tal dei tali, qualche tempo fa, ha aperto un bel negozio di stoffe da arredamento. Ci andai, con le bennibag nel cuore, negli occhi e anche nello spirito. E c’erano, arrotolate in certi eleganti espositori di ferro bianco, che avevano quel gusto che direi danese,  tessuti a cuori e stelle e fiori e righe e damascate e a quadretti che a raccontarle tutte  bisognerebbe chiedere in prestito il pennello all’arcobaleno. Andai, ammirai, uscii perché le stoffe, tutte quante, avevano prezzi babilonesi, di quelli che squilibrano la bilancia del guadagno e del ricavo come mi insegnava, al Mater Dei, la mia maestra Poesio.

Sicché, immaginate la mia sorpresa quando mi chiama la mia amica Carla, in danza accesa di Medusa, per dirmi che il negozio chiude e svende tutto a prezzi da straccetto. Andiamo, andiamo e ieri finalmente eccoci lei, io e un’altra amica che ha il sole nel sorriso. Nove euro tutto, ci assicura il commesso, gentile. E noi, via, partite, ci rincorriamo per passar tra le dita questo o quel tessuto. Bello questo, perfetto per il mercatino di Natale, dice, a ragione, Carla. Nove euro, un affare. Infatti, neanche per idea. La stoffa, proprio quella, di euro al metro ne costa 37 e niente sconti! Dimittimus auricolas, e ripartiamo a caccia. “Che fiori, che allegria! Per la prossima stagione…” Già, peccato che la stoffa costi 17 al metro. E questa? Bella" Occhi rotondi, cupidi. Ma anche lei non è in offerta a nove euro e costa una sbiossa. Addio. Siam lì che ci chiediam che fare, se uscire o no, o se seguitar nella ricerca, quando, a mani vuote, senza bottino, decidiamo di andar via. Sarà per un'altra volta, dice l'amica e aggiunge, saggia: "Non è mica colpa nostra se siam donne di gusto..."
Tra rose e viole, il giorno e la notte...

2 commenti:

  1. ...:))...a quanto pare però aveva gusto anche il negoziante!
    Ma se deve chiudere vedrai che prima o poi abbassa tutti i prezzi....altrimenti bisogna pensare che è un furbetto.
    Bacio Rita

    RispondiElimina
  2. devo farlo leggere all'amica con il "sole nel sorriso"
    un abbraccio
    carla

    RispondiElimina