Pagine

venerdì 25 gennaio 2013

Il petrolio di Ardito


Stiravo, questo pomeriggio, le magliette di mio figlio, nelle orecchie le storie (belle) di Geo e Geo, tanto per non starmene da sola. Oh tu guarda, mi dico, i coltelli di Pattada, di corno e lama! E poi, subito dopo, pestando col ferro su un golfino mio, oh tu guarda: parlano di Ardito Desio. Io, Ardito Desio l’ho conosciuto in carne e sangue. Scordarlo, anche volendo, impossibile, ché era piccolo così, già vecchio di novant’anni e forse più, ma diritto e grillo e sveglio come il ragazzino che era in cuore. Lo premiava, mi pare, il Fogolar Furlan nella persona di Adriano Degano, presidente, vecchiotto pure lui, ma con una criniera da leone quanto a forza e coraggio, uno che, da che mi ricordo di lui, si batte per dar palpito romano a quanti (come un pochino anche io...) si portano addosso il Carso e la grazia semplice delle terre friulane. Diavolo d’un Degano, una ne fa e cento altre ne pensa (ancora oggi…) per celebrare il suo Friuli! E un bel giorno, ecco premiato il conquistatore del K2. Ci sono anche io, tra tanti, e al piccolo eroe  delle montagne strappo anche un’intervista che conservato non ho (sospiro...), ma nell’archivio del Gazzettino ci deve pur essere… Di che cosa parlammo, non lo ricordo punto. Ma una cosa, sì, la ricordo e ve la regalo così come mi fu raccontata. Mi disse che lui, in Libia, sotto al deserto di sabbia e polvere, aveva scoperto, per primo, il petrolio e che aveva tracciato delle mappe e che le aveva consegnate a Mussolini, ma c’era la guerra, la Seconda, e l’Italia non aveva neanche le scarpe e poi la guerra si perse. Di quell’avventura nel deserto, lontano dalle sue montagne, la figlia, credo, conserva una bottiglia d’olio nero. Le mappe no, quelle se le portarono  via gli americani...

1 commento:

  1. Siamo un popolo di cantanti e poeti....mica di finanzieri!
    :)
    Chissà quante altre cose ci sono state soffiate oltre al petrolio e al telefono...
    Buona domenica con un sorriso.
    Ti scriverò presto
    Rita

    RispondiElimina