Pagine

mercoledì 9 febbraio 2011

Il dono di una sconosciuta


Ogni santissima mattina, prima di salire in classe, tutte noi alunne, grandi e piccole, ci ritrovavamo in cappella a recitare un mistero del Rosario. In testa, il basco blu: le grandi lo portavano sghembo per malavoglia, le piccole come una piazza d'armi a mo' di coperchio di vasetto di marmellata. In cuore, per grandi e per piccole, il ridacchiar con gli angeli che arde sempre nei momenti di solennità...
Confini invisibili squadravano la cappella. Le grandi occupavano i banchi a destra dell'altare, le piccole le ammiravano dall'altra sponda, a sinistra dell'altare. Le mediane sedevano a destra e a sinistra, di fronte al tabernacolo, tra terezetti di colonne dispettose che sembravano chiudere la porta e la speranza. Sicché, dalla parte delle mediane, era tutto un volteggiar di testoline e d'occhi.
Il Rosario: un gioco al rimbalzello. Cominciavano le grandi con l'Ave Maria, seguivano le piccole con il Santa Maria. Il Gloria e il Padrenostro erano riservate alle mediane. Tutte insieme l'ora pro nobis delle litanie che a me faceva venire voglia di pisolare. Conclusa la collana delle preghiere, seguiva il rito della genuflessione. Un lungo serpente di code di cavallo, a capo chino, si ritrovava a baciar il marmo nudo col ginocchio destro. Toc - batteva su un banco Sister Francis - e tutte giù; toc e tutte su. Una mattina una compagna che aveva nomi e cognomi a scialo, numerosi come le efelidi che le picchiettavano gote, fronte e chissà che cosa d'altro, una con la quale ci dicevamo ciao a stento, salutava il Santissimo proprio alla mia destra. D'un tratto vidi la sua mano sinistra, chiusa a pugno, che scalava il banco mio. Il pugno germogliò e apparve un fiore di carta, un foglietto appallottolato. Poche parole: "Credi in te stessa, mai negli altri". Il dono di una sconosciuta.

2 commenti:

  1. ....Benedetta...ma dove hai trovato questo stupendo micetto che fa le fusa? E' tenero, come i tuoi ricordi Un bacio

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina